…….

A denti stretti
e pugni chiusi
sbattuti per terra,
ci si rialza per lottare.

Ci si rialza! Ricorda
che al masticare terra
si preferisce sputare
sangue e orgoglio.

Annunci

……

Nello stupore del vedere
un fiore donato,

un uomo rassegnato
all’assenza
d’ogni dolce gesto
trattenne le lacrime

che presto
furono rugiada
posatasi su d’un fiore

che presto
avrebbe colto
e a sua volta donato.

…..

Parlami della felicità,
di tutto ciò che è bello,
di ciò ch’è brutto
ma solo all’apparenza.

Alza il bicchiere
che brindiamo alla vita,
alla nostra leggerezza!
E brindiamo ridendo!

Lasciati abbracciare!
Perché è ora il tempo
di volersi bene…
di amarci ancor di più.

….

Sto fiore è pe’ te…
E nun penzà se cià
i petali brutti o belli
‘o stelo corto e grosso.

Me serve pe’ dirte
che ar monno
ce stanno fiori
belli e brutti

e che ce sta pure
sto fiore ribelle
che non c’ha e no vo’
critiche e complimenti.

È sto fiore a risposta
‘a “che semo noi due?”.
Semo un fiore che vive
pe’ sé, libero de giudizi.

Semo un fiore
nato libero
ner prato de l’amore
e nun ce penzamo più.

..

Ginocchia cedono nel buio
cadendo sull’ asfalto
crivellato dalla pioggia.

Nel lampeggiare d’ ambulanza,
svanisci nell’oscurità,
ricompari coi flash di luce.

Sei a terra, ora nel buio.
Ti contorci di dolore, ora buio.
Corri verso l’auto, buio.

Estraggono il suo corpo
dall’ abitacolo distrutto
similmente al tuo cuore.

Cedono le tue palpebre
nel buio della paura
della morte sulla strada.

Si rianima, ora il buio.
Ancora una volta, buio.
Ritorna a battere il cuore.

Una vita strappata alla morte.
Corri a stringerla, ora la luce
di vita dei suoi occhi.